Zoigl: la tradizione dei birrifici collettivi

Zoigl: la tradizione dei birrifici collettivi

Ci sono cibi che si amano o si odiano, birre che si amano o si odiano e parole impronunciabili che, se non rimangono stampate in testa alla prima lettura, allora non si ricorderanno mai. In Germania penseremmo a crauti, Weissbier (o Weizen) e… Beh, qualsiasi parola tedesca con più di tre lettere è sull’orlo dell’impronunciabile. Una che noi di Maltese non dimenticheremo mai è Windischeschenbach. È il nome di uno dei paesini dell’Alto Palatinato - distretto governativo a nord-est della Baviera, al confine con la Cechia (stessa latitudine di Plzeň, chi vuole intendere, intenda) - dove tutt’oggi si brassa in piccoli birrifici comunali. Sì, come i nostri nonni andavano a cuocere il pane nel forno collettivo, in questa zona si producono le birre dette "Zoigl", che vengono servite, ovviamente, negli Zoigl. Ci pensa questo articolo di Andrea Turco a fare un po’ di chiarezza.
Regresar al blog